Visite Guidate a Bergamo

Bergamo è una splendida città caratterizzata da un fascino discreto e riservato… ricca di cultura, arte, storia e tradizioni…

Il “cuore” di Bergamo è la famosa “Città Alta“, il nucleo più antico dove si è sviluppata la città nel corso dei secoli, racchiuso dalla seconda metà del Cinquecento nelle imponenti mura venete. L’epoca moderna ha allargato lo spazio urbano anche verso la cosiddetta “Città Bassa“, includendo anche i “borghi”, nati nel corso del tempo lungo le vie di collegamento tra la città alta e il territorio.

La visita guidata a Bergamo Alta ha come punto focale la famosa Piazza Vecchia, cuore politico e amministrativo di Bergamo per secoli. Qui si affacciamo importanti edifici come il Palazzo della Ragione (costruito nel XII secolo), il Palazzo del Podestà (XIV secolo), la Torre Civica con la sua grossa campana denominata il “Campanone”, il Palazzo Nuovo (oggi sede della Biblioteca Civica); mentre al centro è la famosa fontana del Contarini.

Oltrepassando il portico del Palazzo della Ragione, si giunge alla più antica Piazza Duomo, cuore medievale (e prima ancora romano) della città, dove si trova il Duomo di Sant’Alessandro (patrono della città), la Basilica di Santa Maria Maggiore (XII secolo), il Battistero realizzato da Giovanni da Campione e la famosa Cappella Colleoni, considerata vero e proprio gioiello dell’architettura rinascimentale lombarda. Accanto anche l’Aula della Curia Vescovile, con bellissimo affreschi tra i più antichi della città, e il romanico Tempietto di Santa Croce.

La visita guidata alla Città Alta porta poi a passeggiare sulla via centrale, Via Gombito – Via Colleoni, e la scoperta delle altre belle piazzette, come Piazza Mercato delle Scarpe (dove si trova anche la stazione della Funicolare), Piazza Mercato del Fieno, con le sue case-torri di epoca medievale, Piazza Mascheroni e la Cittadella Viscontea (la piazza dove oggi si trovano il Museo Archeologico e di Scienze Naturali).

La visita guidata può allargarsi anche alla Rocca di Bergamo, sul colle di Sant’Eufemia, da cui si gode di una splendida vista sulla Città Alta. Nella Rocca oggi è allestito il Museo del Risorgimento, mentre all’esterno è il Parco delle Rimembranze.

Altre belle chiese possono essere inserite nel percorso di visita, come la Chiesa di San Michele al Pozzo Bianco, che conserva numerosi affreschi medievali dal vario repertorio iconografico e il ciclo cinquecentesco, nella cappella a sinistra dell’altare, realizzato dal pittore Lorenzo Lotto.

La visita guidata classica della Città Alta si sviluppa normalmente in mezza giornata.

Avendo più tempo a disposizione si possono visitare anche i musei cittadini o estendere l’itinerario anche alla Città Bassa, con il Centro Piacentiniano, il Sentierone, il Teatro Donizetti, la Chiesa di San Bartolomeo, la Chiesa di Santo Spirito, il Borgo di San Leonardo… andando a scoprire le pale d’altare di Lorenzo Lotto, la scultura contemporanea (con alcune opere del celebre Manzù) e lo sviluppo moderno della città.

Non dimentichiamo che Bergamo conserva un’importante pinacoteca, l’Accademia Carrara, che a breve riaprirà i battenti al pubblico dopo un lungo restauro!

Di recente inaugurazione è il Museo del Duomo sotto la Cattedrale… venite a scoprirlo!

Chiedeteci informazioni e vi aiuteremo a costruire l’itinerario più adatto alle vostre richieste!!

Visita guidata a Lovere

Lovere è una delle località più affascinanti e vivaci del lago d’Iseo.

Visita guidata del borgo medievale con le sue Torri antiche, della piazza XIII Martiri che si affaccia sul porto con splendidi palazzi che le fanno da corona e da qui attraverso il rione delle “beccarie” alla Piazza Vittorio Emanuele dove confluiscono tutte le piccole e strette vie e si colloca la Torre Civica. Visita al novecentesco Santuario delle Sante, in stile neo-gotico. Sul lungolago il neoclassico Palazzo Tadini è sede dell’Accademia di Belle Arti e della Pinacoteca ricca di importanti opere di scuola lombarda e veneta del XV e XVI sec. Infine salendo dal lungolago s’incontra l’imponente costruzione della Basilica di S. Maria in Valvendra, edificata nel corso del ‘400 nell’alveo di un torrente, preziosi all’interno le ante dell’organo dipinte dal “Moretto”e l’altare maggiore dei Fantoni.

Si può concordare anche la visita guidata al Palazzo Tadini, costruito per ospitare dal 1829 le ricche collezioni d’arte del conte Luigi Tadini, oggi definito “il più antico museo dell’Ottocento lombardo”. Cuore della raccolta sono le opere di Antonio Canova, in particolare la Stele Tadini, consacrata alla memoria del figlio del conte Faustino, morto tragicamente proprio qui. E poi capolavori di Jacopo Bellini, Paris Bordon, del Pitocchetto, di Francesco Hayez, nella suggestiva cornice di una collezione ottocentesca. (ingresso a pagamento)